PROGETTO FORMATIVO LANCIATO DA ETICANEWS ED ESGEO

Ai via i percorsi di ESG.academy

24 Mar 2021
News CSR Commenta Stampa Invia ad un amico
Partono a metà aprile i percorsi, da cinque moduli l'uno, per Csr manager e General counsel, in partnership con Quantis. Da oggi, visibile il nuovo sito. Entro l'estate nuovi pacchetti per investitori e per altre figure professionali

Va online il sito www.esgacademy.it, e ESG.academy prende il via ufficialmente con i primi percorsi. Il progetto formativo, ideato da ETicaNews ed Esgeo, rappresenta l’unico caso di Academy creata da player operativi “sul campo” nel settore Esg, e per questo in grado di affrontare l’intero spettro delle tematiche sostenibili, dall’azienda agli investitori. La particolare struttura e formula dell’iniziativa consente di valorizzare un network di soggetti specializzati. In particolare, partner di ESG.academy sarà Quantis, società leader nella consulenza ambientale. Ad aprile sono già in partenza i due percorsi formativi per professionisti:

  • il percorso “CSR Manager Network” organizzato con il patrocinio di CSR Manager Network (vai al percorso)
  • il percorso “General Counsel” con il patrocinio di Aisca dedicato a tutti i consulenti legali sulla compliance Esg (vai al percorso).

Entro il primo semestre 2021 sarà definito un percorso per investitori. E sono allo studio percorsi per altre figure professionali.

UN PROGETTO INNOVATIVO

Nell’ambito della formazione sulla sostenibilità in Italia, come detto, ESG.academy rappresenta un progetto innovativo. In primo luogo, perché affronta la sostenibilità Esg in senso trasversale. Ovvero, dalla prospettiva delle aziende e da quello degli stakeholders (gli investitori o il regolatore). In secondo luogo, perché l’offerta formativa si articola su una struttura flessibile, che consente di rispondere alle esigenze di una azienda (con la possibilità di organizzare corsi riservati ad un team aziendale), ma anche essere facilmente accessibile ai privati, che possono iscriversi a uno più moduli formativi (visibili qui), o partecipare a un intero percorso.

I PERCORSI PER PROFESSIONISTI

Dalla seconda metà di aprile fino a giungo si terranno moduli formativi che compongono i percorsi specialistici “CSR manager network” e “General Counsel”, sviluppati in collaborazione con Quantis. Ciascun percorso è composto da 5 moduli (ciascuno della durata di due ore) accessibili anche singolarmente per chiunque sia interessato.

Il Percorso per CSR manager è  dedicato ai manager della sostenibilità che decidono di mettersi in gioco per sviluppare una carta di identità aziendale che si articola su ciascuna delle tre variabili Esg. Il percorso, propone quindi un’analisi a 360 gradi del concetto di Esg Identity passando in rassegna tutti gli strumenti e le strategie che consentono il posizionamento di un’azienda in chiave Esg. Oltre a fornire un background teorico e normativo sul concetto della Esg identity il percorso vuole analizzare la sua declinazione pratica, con particolare riguardo alla gestione della supply chain. Altro aspetto chiave sono i principali criteri di valutazione adottati dagli operatori finanziari per valutare l’identità Esg di un’azienda. Inoltre, tutti i partecipanti vengono introdotti agli strumenti e alle metodologie di frontiera nel campo Esg, quali l’utilizzo dell’intelligenza artificiale e i nuovi sistemi di digital governance per la gestione dei dati.

l percorso per General Counsel è invece pensato per allineare i responsabili legali e di governance delle aziende ai nuovi scenari, nonché alle nuove responsabilità che evolvono con il profilarsi di una nuova Esg Identity aziendale. Un concetto sempre più rilevante in un momento in cui a valere non sono unicamente gli output prodotti (e le relative esternalità negative o positive), bensì le relazioni dell’azienda. Il percorso offre poi un focus sulle recenti evoluzioni sul piano normativo e sui principali campi di applicazione prendendo in esame i principali casi studio. In particolare si vuole analizzare il nuovo sistema di compliance, l’importanza di un approccio digitale integrato (la ESG Digital Governance), i nuovi criteri di gestione della supply chain (inclusi i ventilati requisiti di Esg due diligence a livello europeo), il peso crescente dell’analisi di materialità. Con un’attenzione continua a come, sulle responsabilità dell’azienda, incida il posizionamento verso investitori e agenzie di rating.

Tutte le lezioni si svolgeranno online, il cui link verrà fornito al momento della registrazione, comunicando il percorso, o i moduli ai quali si vuole aderire.

 

Lascia un commento