ET.contributi - UN paper SULLE risultanze dell'Index

L’analisi del Cndcec su IGI 2021

8 Set 2021
Contributi CSR Commenta Stampa Invia ad un amico
In generale, secondo il documento scaricabile nell'articolo, IGI evidenzia come le imprese stiano implementando un approccio sistemico agli Esg. Ma anche come permanga un certo disallineamento tra funzioni aziendali nella completa comprensione Esg

I risultati di Governance Index 2021 «sembrano denotare una sensibilità crescente, sempre più marcata e condivisa, nelle organizzazioni sulla necessità di riponderare la concezione del “valore” (e dei processi che lo generano) in funzione di un pensiero “sistemico”, che contempli le interazioni dei diversi elementi della struttura (individui, aziende, catena di fornitura, modelli produttivi), e di adottare modelli di business sostenibili tesi a massimizzare, nel lungo periodo, un’adeguata combinazione di varie tipologie di capitale (finanziario, umano, sociale, ambientale, ecc.) in un’ottica, appunto, di “sostenibilità sistemica”». Queste sono le conclusioni, definite “positive”, del paper di analisi su alcune tematiche di IGI 2021 relative alla ESG Identity, sviluppato da Massimo Scotton, Consiglio nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti contabili, e Lorenzo Magrassi, della Fondazione Nazionale Commercialisti. Il paper è stato la base per gli interventi del Cndcec alla ESG Business Conference del 16 giugno scorso.

Il paper è scaricabile qui in versione integrale

L’analisi considera diverse questioni di frontiera emerse dall’Index (le remunerazioni, la suply chain, le conoscenze manageriali), che vengono lette in rapporto all’evoluzione normativa europea (dalla Tassonomia alla nuova Corporate Sustainability Reporting Directive) e messe a confronto con i riscontri del network nazionale e internazionale dei commercialisti. Viene anche affrontata la problematica dell’estensione della compliance Esg alle piccole e medie imprese, per le quali «alcuni requisiti, oggi non obbligatori, sono costruiti per coinvolgerle in futuro».

Le conclusioni hanno un risvolto positivo, appunto, ma anche un lato meno ottimistico, evidenziando come, tra le diverse funzioni aziendali, permanga ancora «un disallineamento rispetto alla totale comprensione dei singoli elementi» dell’approccio sistemico Esg.

Lascia un commento