l'edizione 2018 si terrà il prossimo 8 novembre in università

Il Salone dello SRI assieme a SDA Bocconi

Editoriali 14 Mag 2018 Finanza SRI Commenta Commenta Stampa Invia ad un amico

La terza edizione del Salone dello SRI si svolgerà in Bocconi l'8 novembre, e il Sustainability Lab di SDA diventa partner scientifico del progetto. Si tratta di un riconoscimento importante per la scommessa di ET. e dei suoi partner istituzionali Ffs, Anasf ed Efpa

Ci sono segnali che, anche se autoreferenziali, meritano una riflessione condivisa. In questo caso, si tratta di un progetto di ETicaNews, nell’ambito della finanza responsabile, che ottiene un riconoscimento di levatura nazionale e internazionale. Il prossimo 8 novembre, il Salone dello SRI sarà organizzato presso l’Università Bocconi. Non solo. Il Sustainability Lab della SDA Bocconi, ovvero una delle più quotate scuole di management al mondo, diventa partner scientifico del progetto.

Il mondo universitario, dunque, scende direttamente in campo per comprendere e sviluppare le valenze scientifiche, tecniche e formative dell’iniziativa. Si tratta di un messaggio che premia quella che tre anni fa è stata una vera e propria scommessa, tentata non senza coraggio da ET. e dai partner istituzionali del Salone dello SRI, il Forum per la finanza sostenibile, Anasf ed Efpa: costruire un appuntamento capace di aggregare le forze operative sui prodotti Sri e di parlare all’investitore. Era e resta una formula inedita in Italia e in Europa. Alla quale i player hanno risposto con entusiasmo: la prima edizione è stata più orientata a comprendere; la seconda, nel 2017, è stata pienamente un appuntamento business. Per quest’anno, le aspettative sono di rendere la terza edizione un momento di approfondimento trasversale delle opportunità (o delle criticità) di sviluppo: delle strategie di offerta, da un lato, e delle strategie di investimento dall’altro.

PROGRAMMA ALLARGATO

È presto per entrare nei dettagli del programma. Ma si può anticipare che il Salone 2018 punterà ad affrontare diverse delle tematiche della “rivoluzione” finanziaria pianificata da Bruxelles attraverso l’Action Plan (i cui primi effetti dovrebbero manifestarsi già con un annuncio atteso il 23 maggio a Bruxelles). Vale a dire: il Salone cercherà di esaminare anche gli aspetti Esg più ampi, quelli che stanno a monte del prodotto finanziario finale. Risalendo le questioni che riguardano le reti, i gestori, gli advisor e, infine, il rapporto tra aziende e investitori Sri.

TRE SALE E UNA SERIE DI RICERCHE

L’edizione 2018 (che quest’anno, per ragioni logistiche, si svolgerà fuori, ma in coordinamento con la SettimanaSri che parte il 13 novembre) avrà a disposizione tre sale seminari dell’Università. E conterà su una serie di ricerche già pianificate o in corso di pianificazione, nell’ambito della formazione, dei giovani, degli Sdgs, del private banking, degli Esg aziendali. Senza contare lo sviluppo dell’Atlante dello SRI italiano, nonché, la seconda edizione degli SRI Awards, sviluppati assieme a MoneyMate e MSCI, che rappresentano un patrimonio di analisi unico sui prodotti Esg italiani.

È per tutto questo che la SDA Bocconi si è interessata alla partnership scientifica.

E, per tutto questo, il Salone, anzi, l’intera finanza Sri italiana, aveva interesse alla partnership scientifica della SDA Bocconi.

Lascia un commento