Acea presenta Piano Industriale con sostenibilità integrata

28 Ott 2020
In Breve Commenta Stampa Invia ad un amico

Il consiglio di amministrazione di Acea, presieduto da Michaela Castelli, ha approvato ieri il Piano Industriale 2020-2024. Nel Piano ha un ruolo integrato il fattore sostenibilità.

In particolare, si legge in una nota, «in Acea la crescita e la creazione di valore sono strettamente correlate al raggiungimento di obiettivi di sostenibilità che caratterizzano sempre di più gli indicatori di performance. La sostenibilità diventa, quindi, un fattore caratterizzante e strutturale che guida le scelte di business e la gestione
operativa del Gruppo».

Nel Piano 2020-2024, infatti, dei 4,7 miliardi di euro di investimenti complessivi ben 2,1 mld (+400 mln di Euro rispetto al Piano precedente) sono riferibili a specifici target di sostenibilità, scelti per priorità e rilevanza. In particolare questi riguarderanno la tutela e la gestione della risorsa idrica, attraverso interventi sulla Rete con un’ulteriore riduzione delle perdite di 11 punti percentuali in media, pari al recupero di 440 milioni di metri cubi di risorsa idrica cumulati in arco piano; il contributo allo sviluppo della mobilità elettrica, attraverso l’installazione di oltre 2.200 colonnine di ricarica; e la lotta al cambiamento climatico, attraverso l’incremento della produzione di
energia elettrica da impianti fotovoltaici.

È stato, inoltre, calcolato, si legge sempre nella nota, che l’operatività che il gruppo Acea metterà in atto nell’arco di Piano inciderà positivamente sul Pil italiano per circa 6 miliardi di euro, generando occupazione direttamente e indirettamente per oltre 21mila persone.

Lascia un commento