Antitrust multa Vodafone per «scorrettezza» con i clienti

9 Gen 2017
In Breve Commenta Stampa Invia ad un amico

Vodafone inciampa in pratiche troppo aggressive con la clientela. Il caso è stato comunicato dall’Autorità garante della concorrenza e del mercato (l’Antitrust) che ha irrogato a Vodafone sanzioni per un totale di un milione di euro «per aver adottato pratiche commerciali scorrette nell’ambito di due manovre di riduzione da 30 a 28 giorni del periodo di rinnovo delle offerte di telefonia mobile e fissa».
«L’Autorità ha accertato – si legge in una nota – la scorrettezza delle condotte», rilevando che l’imposizione unilaterale del passaggio da 30 a 28 giorni del periodo di rinnovo «ha comportato un aggravio economico per tutti i clienti. Le pratiche sono state dunque ritenute aggressive in quanto idonee a limitare la libertà di scelta rispetto all’esercizio del diritto di recesso dal contratto da parte di quei consumatori che non intendevano accettare le modifiche predisposte unilateralmente dalla società».

Al di là dell’ammontare della pena, il giudizio dell’Antitrust sembra evidenziare una certa distonia nelle pratiche commerciali rispetto alla corporate social responsibility dell’azienda.

Lascia un commento