Bmo punta sulle banche Sri degli emergenti

17 Set 2019
In Breve Commenta Stampa Invia ad un amico

Bmo global asset management ha comunicato ieri i risultati della sua Relazione annuale d’impatto Esg 2019. Nell’ambito strategia Responsible global emerging market equity, il settore della finanza responsabile (società finanziarie e banche) è il principale tema di sostenibilità in portafoglio, legato a oltre due quinti (41%) dei titoli. La maggior parte delle istituzioni finanziarie interessate dalla strategia ha sviluppato approcci per migliorare l’inclusione finanziaria nei Paesi in cui opera, come l’India e l’Indonesia, con programmi di educazione finanziaria e accesso ai servizi.

Il team Responsible global emerging market equity ha inoltre mappato tutte le partecipazioni in portafoglio rispetto agli Sdg, e ha stimato che il 60% risulta positivamente allineato. Oltre un quarto (26%) delle partecipazioni in portafoglio è allineato all’Obiettivo 8, riflettendo gli sforzi delle banche volti ad ampliare l’accesso ai finanziamenti per le fasce di popolazione meno servite.

Fra gli altri temi rilevanti nella strategia, il 26% delle aziende in portafoglio può essere associato ad aspetti della sostenibilità legati all’alimentazione e alla nutrizione, mentre il 13% a salute e benessere. Bmo ha annunciato che, entro il 2025, mobiliterà 400 miliardi di dollari canadesi per una finanza sostenibile, aumenterà il sostegno alle piccole imprese e all’imprenditoria femminile e si impegnerà per abolire le barriere all’inclusione.

Lascia un commento