Cdp, nuovi rating per “misurare la temperatura” delle aziende

14 Lug 2020
In Breve Commenta Stampa Invia ad un amico

Cdp introduce nuovi rating sulla “temperatura” delle aziende. Come riportato dalla rassegna sostenibile di ieri (Et.Observer/ 227) la Ong (ex Carbon disclosure project) ha predisposto una nuova serie di valutazioni climatiche per misurare e comunicare il percorso di riscaldamento globale delle aziende e degli investimenti.

Il dataset di Cdp offre informazioni su oltre 4mila aziende globali, basato su obiettivi di riduzione che coprono tutte le emissioni di gas serra rilevanti nella catena del valore di un’azienda. L’organizzazione diffonderà le informazioni fondamentali per aiutare gli investitori a gestire meglio il rischio di transizione climatica e per proteggere i loro portafogli e i loro fondi dal costo dei cambiamenti climatici.

Nell’ambito di una collaborazione con Cdp, l’asset manager europeo Amundi sarà il primo a utilizzare i rating per aumentare le proprie capacità di ricerca Esg e verificare il processo di riscaldamento delle società presenti nel suo universo di investimento. Per questo lancio, i rating saranno pilotati su quattro fondi azionari multisettoriali globali. I rating si basano su un protocollo sviluppato da Cdp e Wwf per tradurre gli obiettivi di emissione delle aziende in “traiettorie” di temperatura. Le valutazioni riflettono il probabile riscaldamento globale che si verificherà se le emissioni globali di gas serra saranno ridotte alla stessa velocità delle emissioni dell’azienda selezionata, sulla base delle sue ambizioni dichiarate.

Lascia un commento