Deutsche Bank, un board per “Esg olistici” in Dws

16 Nov 2020
In Breve Commenta Stampa Invia ad un amico

Deutsche Bank manda un altro segnale della necessità di una integrazione olistica degli Esg. La controllata operativa nell’asset management Dws, infatti, ha creato un advisory board incentrato su questioni ambientali, sociali e di governance (Esg). Con l’obiettivo, si legge in una nota di Ignites Europe, «di assumere un ruolo di primo piano nell’ESG» nello spazio di gestione dei fondi.

Dws, che gestisce circa 760 miliardi di euro di attività a livello globale, afferma che il suo nuovo comitato consultivo Esg consiglierà l’amministratore delegato e il comitato esecutivo sull’«accelerazione della sua strategia Esg».

Il nuovo organo consultivo, che completerà le competenze Esg della società con sede a Francoforte, è stato concepito per far progredire la «Esg strategy olistica» dell’asset manager. Il comitato consultivo è composto da sei esperti di sostenibilità provenienti da «aziende leader mondiali, università e istituzioni pubbliche», secondo Dws.

Il nuovo comitato consultivo Esg è composto da: Lisa Jackson, vice-presidente per l’ambiente, le politiche e le iniziative sociali di Apple; Peter Damgaard-Jensen, presidente dell’Institutional Investor Group on Climate Change; Ioannis Ioannou, professore di strategia e imprenditorialità alla London Business School; Marie Haga, vice-presidente associato del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo; Georg Kell, direttore esecutivo fondatore del Global Compact delle Nazioni Unite; e Roelfien Kuijpers, global Esg client officer di DWS.

 

Lascia un commento