La Csr diventa fashion. E Gucci ci riprova con Equilibrium

13 Giu 2018 In Breve Commenta Commenta Stampa Invia ad un amico

Si chiama Gucci Equilibrium ed è il sito appena lanciato dalla casa di moda italiana per rappresentare “il cuore della nostra missione di portare un cambiamento positivo per il futuro collettivo”, si legge in homepage sul sito ufficiale. Si parlerà di sostenibilità ambientale, responsabilità sociale e persone, le tre aree in cui è suddivisa la piattaforma.

Il segnale, per il mondo del fashion, è piuttosto forte:  la Csr sta guadagnando strada e il lusso non trova più penalizzante parlare di sostenibilità. Al contrario, punta a valorizzarla. Infatti il progetto di Equilibrium fa parte di un piano decennale di Gucci per rafforzare i valori della Csr, comunicandoli al meglio anche ai propri dipendenti. A loro, per esempio, è dedicata un’iniziativa che consentirà di dedicare l’1% del loro orario lavorativo al volontariato. Ora il sito è solo in inglese ma presto sarà tradotto anche in italiano.

Gucci, peraltro, non è nuovo a balzi in avanti in termine di Csr. Gia nel 2012 aveva fatto parecchio rumore con il lancio di una linea green, con tanto di firma di un protocollo in Borsa Italiana con l’allora ministro dell’Ambiente Corrado Clini. L’operazione aveva addirittura portato a un ripensamento del logo in chiave verde.

 

Lascia un commento