I fondi Degroof Petercam Am cambiano nomi, sostenibili compresi

11 Ott 2016
In Breve Commenta Stampa Invia ad un amico

Nuovo passo in avanti nel processo di integrazione tra Petercam e Bank Degroof, la società belga che ora gestisce circa 50 miliardi di euro e che a inizio 2016 ha dato vita a Degroof Petercam Asset Management (DPAM), la sgr del gruppo con esperienza nella gestione di diverse classi di attivi tradizionali, di strategie multi-asset e total return, e degli investimenti responsabili, nonché di strategie sistematiche e passive. Come si legge in comunicato della società, dal 1° ottobre 2016 i 18 fondi di diritto belga autorizzati al collocamento in Italia hanno cambiato denominazione e oggi sono individuabili su tutte le piattaforme come DPAM INVEST B.

La gamma delle strategie di investimento attualmente disponibili nel nostro Paese si caratterizza per una gestione attiva, basata sull’analisi fondamentale e applicata sia sui principali mercati e asset class (azioni europee e globali, obbligazioni governative, obbligazioni societarie investment grade e high yield) sia su alcune specifiche nicchie di investimento (immobiliare quotato europeo, investimenti Sri e fondi total return), temi (agroalimentare) e stili (azioni ad alto rendimento).

Ad esempio il  Petercam Equities Europe Sustainable diventa DPAM INVEST B Equities Europe Sustainable mentre il Petercam Equities World Sustainable viene rinominato in DPAM INVEST B Equities World Sustainable.

«Si tratta di un passaggio formale ma necessario, già pianificato da tempo e nel solco della piena armonizzazione dei prodotti e dei servizi offerti dalle due società che hanno dato vita a. Il prossimo passo, in futuro, sarà consentire anche Degroof Petercam Am agli investitori italiani l’accesso alle strategie quantitative sulle quali Bank Degroof aveva sviluppato una forte e riconosciuta professionalità» – ha sottolineato Alessandro Fonzi, country head Italy e deputy head of Institutional Sales International di Degroof Petercam Am.

Lascia un commento