Iss giudica poco trasparenti i bonus del ceo di Amundi

14 Mag 2019
In Breve Commenta Stampa Invia ad un amico

Institutional Shareholder Services (Iss) prende una posizione dura sulle retibuzioni. In particolare, in base a quanto anticipato nella rassegna stampa di ieri (vedi L’occhio sostenibile della settimana/ 176), il proxy advisor ha raccomandato agli azionisti di Amundi di esprimere voto contrario al pay deal per il ceo, Yves Perrier. I motivi sarebbero da ricercare in una lacuna di trasparenza nei bonus. Iss sostiene che Perrier ha avuto un aumento del 16% del salario, che l’anno scorso è stato pari a 1 milione di euro, più un bonus di 2 milioni di euro. Queste cifre combinate rappresentano una retribuzione 21,9 volte superiore a uno stipendio medio del gruppo.

In una nota, Amundi ha dichiarato di non comprendere le raccomandazioni del consulente e ha fatto riferimento ai documenti disponibili pubblicamente per la spiegazione della retribuzione variabile.

Lascia un commento