Le green city nel Premio per lo sviluppo sostenibile

15 Mag 2019
In Breve Commenta Stampa Invia ad un amico

Non solo le imprese della green economy, ma anche le città che hanno avviato interventi di qualità ambientale. L’undicesima edizione del Premio per lo Sviluppo Sostenibile 2019 apre infatti la partecipazione, nella sezione green city, alle amministrazioni locali virtuose. Il premio, giunto alla sua undicesima edizione e promosso dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile ed Ecomondo, nell’edizione 2019 è articolato in tre sezioni: green city, economia circolare, energie rinnovabili.

La Sezione del premio per le green city è organizzata in collaborazione con il Green City Network. Al premio possono partecipare le città, attraverso le loro amministrazioni locali, che abbiano almeno realizzato o avviato la realizzazione di un intervento di elevata qualità ambientale, o di utilizzo di risorse in modo efficiente e circolare, o di contrasto al cambiamento climatico.

La Sezione del premio Economia circolare, rivolta alle imprese, è organizzata in collaborazione con il Circular Economy Network. Al premio possono partecipare imprese che abbiano realizzato o avviato progetti innovativi negli ambiti di: simbiosi industriale; prolungamento dell’uso e la riparabilità dei prodotti; uso condiviso di beni e servizi; riduzione del consumo di materie prime; utilizzo di materie prime seconde; riduzione della produzione di scarti e di rifiuti; riciclo dei rifiuti; ecodesign; bioeconomia rigenerativa.

Per la Sezione Energie rinnovabili, rivolta alle imprese, possono partecipare imprese che abbiano realizzato o avviato progetti innovativi negli ambiti di: produzione di elettricità, carburanti e calore da fonti rinnovabili; generazione distribuita; accumulo di energia da fonti rinnovabili; distribuzione e utilizzo locale di energia da fonti rinnovabili.

Lascia un commento