Le raccomandazioni Ue per industrie ad alta intensità energetica

2 Dic 2019
In Breve Commenta Stampa Invia ad un amico

La Commissione ha pubblicato giovedì scorso (28 novembre) le raccomandazioni formulate da un gruppo di esperti (High-Level Group on Energy-intensive Industries) su come trasformare le industrie ad alta intensità energetica dell’Ue in modo che contribuiscano a conseguire gli obiettivi europei per un’economia circolare e climaticamente neutra entro il 2050. Tali obiettivi sono stati presentati nel novembre 2018 nell’ambito della strategia della Commissione “Un pianeta pulito per tutti”.

Il gruppo di esperti riunisce i rappresentanti di 11 settori industriali, tra cui le industrie dell’alluminio, dell’acciaio e del cemento, responsabili di oltre la metà del consumo energetico nell’Ue. Gli esperti hanno messo a punto un quadro strategico inteso a conseguire il giusto equilibrio tra le ambizioni climatiche dell’Europa e l’esigenza di mantenere competitive le industrie. Il loro contributo andrà ad alimentare il futuro Green deal europeo proposto dalla Commissione e la strategia industriale dell’Unione.

Le raccomandazioni prevedono l’adozione di azioni che potrebbero inviare gli opportuni segnali di mercato per attrarre nuovi investimenti e aiutare le imprese ad attuare soluzioni efficaci sotto il profilo dei costi, in direzione della neutralità climatica. Sono inoltre incentrate sulla necessità di garantire una transizione giusta.

In particolare, le raccomandazioni evidenziano i fattori chiave per il successo delle tre priorità principali:

  • creare mercati per i prodotti circolari e climaticamente neutri;
  • sviluppare progetti pilota su vasta scala concernenti le tecnologie pulite;
  • passare a fonti alternative di energia e di materie prime climaticamente neutre.

Lascia un commento