Mannozzi (Andaf): «Il cfo favorisca la creazione di valore per la comunità»

21 Ott 2019
In Breve Commenta Stampa Invia ad un amico

Il chief financial officer (cfo) deve favorire una «creazione di valore non più di breve periodo e destinato ai soli azionisti, ma di respiro a medio lungo termine e a favore della comunità». Sono le parole con cui Roberto Mannozzi, presidente di Andaf (Associazione Nazionale Direttori Amministrativi e Finanziari), ha presentato venerdì il 42° Congresso nazionale associativo che si svolgerà a Matera il 25 e il 26 ottobre presso l’Auditorium R. Gervasio, e che ospiterà in contemporanea il 49° Iafei World Congress, in occasione del 50° anno di vita dell’International Association of Financial Executives Institute, l’associazione mondiale dei cfo. Il programma congressuale proporrà, attraverso interventi e tavole rotonde su temi di interesse nazionale e internazionale una riflessione profonda sul ruolo della cultura, intesa soprattutto come cultura aziendale, ad assumere un ruolo chiave per ispirare la crescita delle imprese.

«Nelle imprese di oggi – ha spiegato Mannozzi – occorrono innanzitutto consapevolezza e senso di responsabilità. Non è più tempo per delegare esclusivamente all’agenda politica il compito di tracciare le linee guida e le procedure per questa sfida globale per il futuro prossimo».  L’obiettivo del Congresso è offrire «spunti concreti ai cfo per divenire, in misura sempre maggiore, una figura raccordo nell’ambito del management per la rapida introduzione nelle aziende di strategie innovative per la necessaria sostenibilità ambientale e sociale, portando queste ultime a crescere nella cultura dello sviluppo sostenibile e della creazione di valore non più di breve periodo e destinato ai soli azionisti, ma di respiro a medio lungo termine e a favore della comunità».

Lascia un commento