@saloneSRI/ Eurizon: «Misuriamo gli investimenti con la Tassonomia circolare»

21 Gen 2021
In Breve Commenta Stampa Invia ad un amico

Le potenzialità dell’impact investing e la crescita del mercato dei Green Bond, ma anche la strategia degli Etf Esg e la conferma “empirica” della resilienza degli investimenti sostenibili. Sono alcuni dei temi toccati dai protagonisti della V edizione del @saloneSRI, che si è tenuta in versione reloaded il 24 novembre 2020, ai microfoni di ETicaNews nella serie “Pillole SRI. Cinque minuti con”.

Corrado Gaudenzi, Responsabile Long Term Sustainable Strategies di Eurizon, in questo intervento spiega come nasce l’idea di “tassonomia circolare” e quali sono gli obiettivi di questa strategia. Gaudenzi richiama l’evoluzione del sistema dei consumi negli ultimi decenni «figlio di un modello lineare in quattro fasi: estrazione delle risorse naturali, produzione di beni e prodotti, consumo e smaltimento».  Tale sistema ha incontrato un limite dato dall’eccessivo utilizzo di risorse rispetto a quelle che il pianeta è in grado di produrre e rigenerare, oltre alle conseguenze negative in termini di inquinamento e CO2. A questo si somma il processo di “easurimento” di “risorse finite”, con evidenti riflessi sulla volatilità dei prezzi di alcune materie prime. «Il tema che interessa il futuro del mondo produttivo riguarda, quindi, la capacità di transitare da un modello lineare a un modello circolare. Questo avrà un impatto anche nel mondo degli investimenti, e con la tassonomia circolare si trova un modo per misurare tale transizione».

Visita il sito salonesri.it per vedere tutte le interviste e i video dell’evento.

A questo link trovi tutte le “Pillole Sri” della giornata.

Lascia un commento