SRI Awards 2019 – categoria Tematici 3° posto per Schroders

3 Dic 2019
In Breve Commenta Stampa Invia ad un amico

Il fondo SISF Global Climate Change Equity di Schroders si aggiudica, per il secondo anno consecutivo, il terzo posto nella categoria “Fondi Tematici” degli Sri Awards, i riconoscimenti per i migliori prodotti di Socially responsible investing (Sri) distribuiti in Italia, assegnati il 20 novembre 2019 durante la quarta edizione del Salone SRI (il campione analizzato è composto da 134 fondi Sri Tematici).

Il fondo investe principalmente in azioni di società di tutto il mondo che, nell’opinione del gestore, beneficeranno degli sforzi volti a contenere o limitare l’effetto dei cambiamenti climatici globali ed è gestito dando rilievo a fattori ambientali, sociali e di governance. Ciò significa che vengono considerati, nella valutazione delle società, temi come cambiamento climatico, prestazione ambientale, condizioni di lavoro o composizione dei consigli di amministrazione.

Il Global Climate Change Equity presenta uno score Esg di 8,46 (score Esg medio pari a 6,98); si tratta del secondo miglior punteggio su tutto il campione dei tematici. Su un orizzonte temporale di tre anni, con un rendimento di 34,62%, il fondo stacca di oltre dodici punti percentuali la media di categoria (performance media pari a 22,25%) riuscendo nel contempo a mantenere un rischio in linea con la media dei diretti concorrenti (volatilità annualizzata del fondo pari a 12,15; volatilità annualizzata media pari a 12,04).

Gli Sri Awards, attribuiti su base quantitativa, prevedono la valutazione di tre macroaree: i rating Esg; i valori di rischio e di rendimento (in euro); e la governance del gestore.

Le performance si basano sui dati presenti sulla piattaforma MoneyMate. I rating Esg sono forniti da Msci. L’elaborazione è a cura dell’Ufficio studi di ETicaNews. Tutti i dati sono aggiornati al 30 settembre 2019.

Lascia un commento