SRI Awards 2020 – categoria Azionari 2° posto per Bmo Global Asset Management

2 Dic 2020
In Breve Commenta Stampa Invia ad un amico

Il fondo Bmo Responsible Global Equity, di Bmo Global Asset Management, si aggiudica il secondo posto nella categoria “Fondi Azionari” degli Sri Awards 2020, i riconoscimenti per i migliori prodotti di Socially responsible investing (Sri) distribuiti in Italia, assegnati il 24 novembre 2020 durante la quinta edizione del Salone SRI (il campione analizzato è composto da 425 fondi Sri Azionari).

Il fondo investe in azioni di società di qualunque mercato che vengono valutate in base a dei criteri etici e sostenibili, avvalendosi di fornitori di dati e di una ricerca dettagliata. Un servizio di consulenza esterno offre indicazioni in merito a criteri etici, sociali e ambientali ed esamina le scelte di selezione fatte. I criteri etici prevedono l’esclusione di tabacco, alcool, armi, gioco d’azzardo, nucleare e pornografia. Inoltre, le società devono soddisfare gli standard di settore in merito all’impatto sociale e ambientale (a seconda del settore, sono compresi sistemi per gestire standard lavorativi, diritti umani, la catena di rifornimento, impatto ambientale, acqua, rifiuti e biodiversità).

Il Responsible Global Equity presenta uno score Esg di 8,90 (score esg medio pari a 7,32). Su un orizzonte temporale di tre anni, con un rendimento di 43,44%, il fondo riesce quasi a triplicare il risultato della media di categoria (performance media pari a 15,55%) mantenendo un profilo di rischio che poco si discosta dalla media dei diretti concorrenti (volatilità triennale annualizzata del fondo pari a 18,56; volatilità triennale annualizzata media pari a 18,34).

Gli Sri Awards, attribuiti su base quantitativa, prevedono la valutazione di tre macroaree: i rating Esg; i valori di rischio e di rendimento (in euro); la governance del gestore.

Le performance si basano sui dati presenti sulla piattaforma MoneyMate. I rating Esg sono forniti da Msci. L’elaborazione è a cura dell’Ufficio studi di ETicaNews. Tutti i dati sono aggiornati al 30 settembre 2020.

Lascia un commento