#WhoMadeMyClothes? Riecco Fashion Revolution Week

8 Apr 2016 In Breve Commenta Commenta Stampa Invia ad un amico

Dal 18 al 24 aprile 2016 torna la campagna internazionale Fashion Revolution che, dopo il successo delle edizioni precedenti, si allunga ad una settimana. La Fashion Revolution Week chiama a raccolta tutti coloro che vogliono creare un futuro etico e sostenibile per la moda, chiedendo maggiore trasparenza durante tutta la filiera fino al consumatore finale.

La campagna pone a tutti una semplice domanda: “Chi ha fatto i miei vestiti?”. Per rispondere basterà indossare gli abiti al contrario, con l’etichetta bene in vista, fotografarsi e condividere le foto attraverso i social media (Facebook, Twitter, Instagram) con l’hashtag #WhoMadeMyClothes, taggando i grandi marchi della moda e condividendo le loro risposte. A questo link si può scoprire cosa fare per partecipare.

Durante la settimana, in 86 Paesi del mondo, si succederanno eventi e iniziative.

La Fashion Revolution Week prenderà ufficialmente il via a Milano lunedì 18 aprile (in Piazza San Fedele 1/3 alle ore 18.00) con una performance teatrale . Saranno inoltre presenti info point dedicati a realtà virtuose nel campo della moda etica e dell’innovazione.

Fashion Revolution nasce in Gran Bretagna da un’idea di Carry Somers e Orsola De Castro, pioniere del fair trade, per ricordare l’anniversario della strage di Rana Plaza a Dhaka, in Bangladesh, dove nel 2013 hanno perso la vita 1133 operai del tessile. In Italia la campagna è coordinata dalla stilista Marina Spadafora.

Lascia un commento