Ecco Aires, contratto di rete circular tra 14 imprese ed enti pubblici

8 Nov 2019
In Breve Commenta Stampa Invia ad un amico

È stata raggiunta un’intesa tra 14 imprese ed enti per la promozione della ricerca, innovazione e sviluppo nel campo dell’economia circolare e della sostenibilità ambientale. L’accordo, denominato “Aires. Ambiente Innovazione Ricerca Energia Sviluppo”, è stato siglato da: Estra, Sei Toscana, Acea Ambiente, Rea Impianti Unipersonale, Alia Servizi Ambientali, Reti Ambiente, Asev, Consorzio Polo Tecnologico Magona, Instm Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei Materiali, Tiemme, Sienambiente, Cispel Confservizi Toscana, Csa Impianti e Ecologia Soluzione Ambiente.

«Il contratto di rete di durata quinquennale – si legge in una nota – prevede la realizzazione di attività volte al miglioramento di performance tecniche ed economiche in materia di economia circolare; il rafforzamento della capacità innovativa e produttiva a costi inferiori grazie al sistema delle economie di scala; il potenziamento di know-how e formazione professionale in materia. L’attuazione del programma di rete comporterà anche l’organizzazione di tavoli tecnici e seminari di approfondimento, la partecipazione ad appalti e bandi privati e pubblici compatibili con l’oggetto e gli obiettivi del contratto di rete».

I contenuti dell’accordo sono stati presentati il 6 novembre nell’ambito di Ecomondo, fiera internazionale sull’economia circolare, l’innovazione tecnologica e industriale. «Aires svilupperà progetti in materia di economia circolare e sostenibilità ambientale ed energetica presentando alcune idee di innovazione e ricerca già a valere nei prossimi bandi pubblicati dal Mise».

 

Lascia un commento