Ancora un italiano in Unpri, è la volta di Poste Vita Spa

12 Feb 2019
In Breve Commenta Stampa Invia ad un amico

I firmatari italiani dei Principi di investimento responsabile delle Nazioni unite (Un Pri) segnano un piccolo record in questo primo scorcio del 2019. Con l’adesione di Poste Vita Spa in quota “asset owner” (a pochi giorni di distanza da Banco Posta Fondi Sgr) sono già quattro gli aderenti, un numero destinato necessariamente a crescere anche in virtù della dichiarazione preventiva di Banor Capital, che ha annunciato il suo ingresso tra i firmatari dei Pri il 16 gennaio scorso, e del Fondo pensione per il personale delle aziende del Gruppo Unicredit che ha segnalato la sua adesione ai Pri tra le pagine delle sue linee guida in tema di investimenti socialmente responsabili diffuse a dicembre.

I firmatari italiani degli UnPri in data 11 febbraio sono  32, il 2018 si è chiuso a quota 28.

Lascia un commento