Come l’Action Plan può influire sui disastri ambientali

18 Mar 2019
In Breve Commenta Stampa Invia ad un amico

L’Europa fa il punto sulle connessioni tra finanza responsabile e rischi da disastri. Il tema è stato oggetto del workshop “Come può la finanza sostenibile contribuire all’obiettivo della resilienza ai disastri?”, organizzato il 14 marzo a Bruxelles dall’Unisdr (l’ufficio delle Nazioni Unite per la Riduzione dei Rischi da Disastri) insieme a E3G (think thank europeo specializzato in climate change). Obiettivo del workshop, si legge nella newsletter di Febaf, una condivisione preliminare di raccomandazioni, sviluppate dagli organizzatori, sul modo in cui il rischio da disastri possa essere meglio integrato nell’implementazione dell’Action Plan, anche in vista della prossima legislatura. Tra le raccomandazioni, un maggiore collegamento tra le strategie nazionali e locali sulla riduzione dei rischi da disastri e le strategie nazionali sugli investimenti; la promozione di un uso coerente di analisi per scenari da parte del settore privato; misure per accrescere l’impatto degli strumenti pubblici per l’investimento in infrastrutture sostenibili.

 

Lascia un commento