Consulenza Esg a BlackRock, eurodeputati criticano Bruxelles

3 Dic 2020
In Breve Commenta Stampa Invia ad un amico

I parlamentari europei si schierano contro la decisione della direzione dei servizi finanziari della Commissione Ue che, lo scorso aprile, ha selezionato Blackrock Investment Management per supervisionare il suo studio sullo sviluppo di “strumenti e meccanismi” per integrare i fattori Esg nel settore bancario e nel quadro prudenziale dell’Ue (vedi la news Esg nel settore bancario. La Ue sceglie BlackRock come advisor).

Come riportato dalla rassegna sostenibile lunedì (Et.Observer/ 241), la scorsa settimana Emily O’Reilly, l’ombudsman indipendente dell’Ue, ha dato ragione al ricorso presentato da 80 eurodeputati dichiarando come la decisione della Commissione di assegnare al più grande gestore di fondi al mondo un contratto del valore di 280mila euro abbia messo in luce la debolezza (e i potenziali conflitti di interesse) delle procedure di Bruxelles nel rivolgersi alla consulenza del settore privato. Già a luglio (vedi Et.Observer/227), O’Reilly aveva dichiarato che avrebbe esaminato il contratto e, nelle sue conclusioni, ha sottolineato la necessità, per la Commissione, di effettuare “un esame molto più critico” dell’idoneità di BlackRock, dato che la regolamentazione finanziaria verde dell’Ue avrà un impatto anche sugli interessi commerciali del big del risparmio.

Il difensore civico non può forzare l’annullamento dell’accordo, ma le critiche stanno piombando sulla testa della Commissione che sta affrontando numerose chiamate da parte dei parlamentari europei per giustificare la nomina.

Lascia un commento