Ecpi, nuovo indice sulle aziende che rispettano i diritti dell’infanzia

15 Mar 2019
In Breve Commenta Stampa Invia ad un amico

Un indice che consente un’esposizione alle società che promuovono il rispetto dei diritti dei bambini. È il nuovo ECPI Children Rights Leaders Equity Index, lanciato a marzo da Ecpi, index provider specializzato in Esg (Environmental, social and governance). L’indice seleziona i settori industriali che incidono maggiormente sulla sicurezza e sul benessere dei bambini: Sanità, Aziende idriche, Nutrizione, Educazione, Finanza (microcredito e inclusione finanziaria), Tecnologia (protezione dell’infanzia) e Cambiamento climatico.

A partire da questi settori Ecpi ha costruito un universo di investimento di società con rating Esg positivo (da AEE a E-) appartenenti ai mercati globali e con una capitalizzazione minima di mercato di 500 milioni di euro. Alla base della selezione un primo screening sui settori industriali che hanno un impatto negativo sulla sicurezza dei bambini: dal tabacco al gioco d’azzardo, dal nucleare alla pornografia. Ecpi applica all’universo selezionato anche il suo screening Esg al fine di escludere le società coinvolte in pratiche commerciali controverse, come ad esempio: lavoro minorile, produzione di “junk food”, violazione dei diritti umani e del lavoro, violazione della legislazione ambientale e delle convenzioni delle Nazioni Unite.

Lascia un commento