Unpri, tra dicembre e gennaio entrano quattro italiane

16 Gen 2020
In Breve Commenta Stampa Invia ad un amico

I sottoscrittori italiani dei Principles for responsible investment delle Nazioni unite (UnPri) hanno chiuso il 2019 con il numero record di 53 firmatari. E il 2020 ha visto l’ingresso di un nuovo nome in quota Investment Manager: Azimut Holding, di cui è stata ufficializzata l’iscrizione il 3 gennaio (ma aveva già annunciato l’adesione a novembre).

Gli altri firmatari, nell’ordine, sono la società di gestione indipendente Sistan Sgr e il Fondo Italiano per l’Efficienza Energetica Sgr, entrambi ufficializzati il 12 dicembre ed entrambi nella categoria Investment Manager; e il Gruppo Itas Assicurazioni in quota asset owner, che ha sottoscritto i Principi Onu il 17 dicembre.

Oggi i firmatari italiani sono 54, una crescita importante in un solo anno. Il Paese con il maggior numero di firmatari restano gli Usa, con 536 sottoscrittori, seguiti da Uk (433 in totale), e Francia (235 in totale). La Germania, con 113 firmatari, continua a mantenere il distacco dall’Italia e dalla Spagna  (68 in totale). A livello mondiale, i firmatari  sono 2.855 (dati aggiornati al 15 gennaio 2020).

Lascia un commento