Amundi lancia la sua prima strategia di social bond

ET.Pro
14 Gen 2021
In breve Commenta Stampa Invia ad un amico

Amundi ha annunciato lunedì scorso il lancio della sua prima strategia di social bond, soluzione «tra le poche disponibili nel mercato a offrire un’elevata esposizione ai social bond (minimo 75% degli asset) e un universo d’investimento globale», si legge in una nota. Nella comunicazione Amundi riporta la crescita di emissioni nel 2020, triplicate rispetto all’anno precedente (vedi la news Bloomberg: boom di social bond nel 2020) con gran parte dei nuovi volumi proveniente da emissioni legate alla pandemia. Un esempio citato è l’emissione da 17 miliardi di euro dell’Ue lo scorso 20 ottobre (vedi l’articolo Debutto (record) dell’Ue nei social bond). In tale contesto, dunque, la società «si impegna a supportare lo sviluppo di questo nuovo segmento del reddito fisso sostenibile, dopo aver sostenuto l’espansione dei green bond nei mercati emergenti e al di là dei puri strumenti investment grade».

La nuova strategia, gestita dal team Alpha Fixed Income di Amundi, beneficia di un solido track record nella gestione di strategie di reddito fisso euro e globale, nonché dell’esperienza nell’integrazione Esg per conto dei maggiori investitori globali.

La strategia investirà principalmente in social bond, in linea con i Social Bond Principles (Sbp) dell’International Capital Markets Association (Icma), i cui proventi saranno utilizzati per progetti conformi alle categorie di progetti Sbp. Inoltre, Amundi «cercherà di espandere l’universo di investimento includendo bond tradizionali emessi da enti sovrani e società accuratamente selezionate per le loro solide pratiche sociali. Il portafoglio può inoltre includere strumenti innovativi come bond legati alla sostenibilità con obiettivi sociali».

Per promuovere lo sviluppo e la diversificazione del mercato nei prossimi anni, la strategia di Social Bond di Amundi investirà in svariati emittenti di diversi settori. La soluzione, con il suo universo di investimento globale, mira a beneficiare della tendenza del mercato dei social bond a diversificarsi rispetto all’attuale concentrazione europea.

0 commenti

Lascia un commento