Climate change, il ruolo di dazi e sussidi secondo il Wef

ET.Pro
24 Set 2021
In breve Commenta Stampa Invia ad un amico

Il World Economic Forum ha pubblicato il report “Delivering a Climate Trade Agenda: Industry Insights Report“, realizzato con Clifford Chance, attraverso sei mesi d’interviste ai rappresentanti di oltre 30 aziende globali dei trasporti, energia, manifatturieri e beni di consumo. L’obiettivo è di comprendere meglio quali azioni, in termini di politica commerciale, che possono adattare il complesso sistema del commercio globale per supportare l’azione per il clima.

«L’urgenza della crisi climatica richiede una maggiore attenzione al ruolo del commercio nell’accelerare la riduzione delle emissioni e nel mitigare gli effetti del cambiamento climatico, nel perseguimento di una crescita sostenibile», si legge nella presentazione del Wef.

Tra le soluzioni proposte ci sono la riduzione dei dazi sulle importazioni beni meno inquinanti; aprire l’accesso alle tecnologie in grado di rendere meno costose le produzioni green; l’eliminazione gradualmente i sussidi all’industria dei combustibili fossili.

Il documento è stato pubblicato in vista della Cop26 e in contemporanea con il Sustainable Development Impact Summit. Lo studio identifica diverse opportunità immediate per la politica commerciale per supportare le imprese nel raggiungimento di riduzioni delle emissioni, ma anche le aree in cui è necessario un ulteriore lavoro per garantire la coerenza tra la politica commerciale e quella climatica. Infine il Wef suggerisce alcuni percorsi da seguire.

0 commenti

Lascia un commento