Deutsche Bank vara i finanziamenti Esg allineati alla tassonomia Ue

ET.Pro
2 Set 2020
In breve Commenta Stampa Invia ad un amico

Deutsche Bank crea dei criteri di classificazione per i finanziamenti Esg grazie alla nuova tassonomia europea. Si tratta di un insieme di regole attraverso le quali i finanziamenti e i prodotti offerti possono essere classificati come sostenibili. I criteri sono allineati ai Green Bond Principles e ai Social Bond Principles della International capital market association (Icma) così come al proprio Sustainable Finance Framework, pubblicato dalla banca a fine luglio e allineato con la tassonomia europea.  

Secondo questo framework, per esempio, un progetto di finanziamento può essere classificato come sostenibile solo se i suoi proventi sono usati esclusivamente per un progetto che risponde a criteri ambientali o sociali della tassonomia interna alla banca e supera la due diligence interna ambientale e sociale prevista tramite specifico processo. Il digramma seguente pubblicato dalla banca in una nota mostra cosa la banca può classificare come finanziamento sostenibile e cosa no.

 

 

La consistenza del framework con le migliori pratiche di mercato, incluso l’allineamento agli esistenti criteri di sostenibilità della banca, è stata sottoposta con esito positivo alla second party opinion di Institutional Shareholder. Secondo Iss gli standard applicati dal framework sono «ambiziosi e credibili» e posizionano Deutsche Bank «tra le prime banche internazionali a riferirsi esplicitamente alla tassonomia Ue nelle sue policy di sostenibilità a livello di gruppo».

 

 

 

0 commenti

Lascia un commento