ET.Analist/ Aberdeen SI: «Il premio Esg sul dividend yield»

ET.Pro
11 Mag 2021
ET.Analist Commenta Stampa Invia ad un amico

ET.Analist è lo spazio in cui ETicaNews raccoglie i contributi di analisti, asset manager e studiosi che fanno il punto su temi specifici del mondo della finanza sostenibile. Nell’ultimo numero (Finanza Sri, gli ultimi report degli analisti/ 24Tom Dorner, Gestore European Equities di Aberdeen Standard Investments, nel documento “Cosa significa ESG per gli investitori income alla ricerca di un premio sostenibile sul dividend yield?” approfondisce come gli Esg, i fattori ambientali, sociali e di governance, influiscano sugli investitori orientati all’income che cercano di ottenere un premio sostenibile sul dividend yield.

Si tratta di un interrogativo determinato anche dal fatto che molti dei settori ad alto rendimento, «il tradizionale terreno di caccia per gli investitori orientati al reddito», sono sempre più soggetti all’analisi di sostenibilità. Le società del settore energetico sono un esempio dello spostamento che si sta osservando nell’economia globale, in cui si assiste al passaggio dalla produzione di energia ad alta intensità di carbonio verso una generazione rinnovabile a bassa emissione.

La transizione energetica non è un fenomeno di breve durata, ma si configura come «una tendenza secolare pluridecennale», visione avallata anche da fattori geopolitici e legati a interventi legislativi (come il Green Deal Ue e il “rientro” degli Usa nell’accordo di Parigi). Molte delle nostre posizioni nelle utility europee, scrive Aberdeen, hanno un ruolo di primo piano in questa transizione. Un esempio è dato da Enel, che ha un’ampia esposizione alle attività che favoriscono la transizione energetica, che «si traduce in un alto grado di fiducia nella capacità di pagare i dividendi, offrendo un premio sostenibile sul dividend yield con caratteristiche di crescita interessanti». La società da anni costruisce il portafoglio suddividendolo in tre categorie distinte: High Dividend, Dividend Growth e Dividend Upgrade, al fine di ottenere un relativo bilanciamento del portafoglio stabile, mentre la ricerca sui titoli ha integrato l’analisi Esg da diversi anni, compreso il punteggio Esg proprietario da 1 a 5 (1 è Best in Class e 5 è Laggard). L’obiettivo è il raggiungimento di un premio sostenibile sul dividend yield per i clienti.

Qui tutti i numeri di et.analist.

0 commenti

Lascia un commento