Et.Analist/ Columbia ThreadNeedle: «Le opportunità delle infrastrutture sostenibili»

ET.Pro
5 Mar 2020
ET.Analist Commenta Stampa Invia ad un amico

ET.analist è lo spazio in cui ETicaNews raccoglie i contributi di analisti, asset manager e studiosi che fanno il punto su temi specifici del mondo della finanza sostenibile. Nell’ultimo numero (Finanza Sri, ultimi report degli analisti/ 14) Ingrid Edmund, Gestore di portafoglio senior, investimenti in infrastrutture di Columbia ThreadNeedle Investments, nel documento “Gestire la transizione dal carbonio. Infrastrutture sostenibili europee” fa il punto sugli investimenti in infrastrutture sostenibili in vista della transizione verso la sostenibilità.

Edmund sottolinea come le opportunità d’investimento non includano solo gli attivi più ovvi (come i parchi eolici) ma anche nuovi tipi di infrastrutture, come le stazioni di ricarica dei veicoli elettrici, l’efficienza energetica e il teleriscaldamento ecologico. Il settore infrastrutturale anche nel 2019 è rimasto vicino ai massimi storici dell’anno precedente (Usd 88 mld) ma è cresciuto al contempo anche l’interesse per il tema della sostenibilità; «i cittadini, tuttavia, non chiedono solo un mondo più pulito ma anche una società più equa, un argomento sempre più caldo dell’agenda politica». La società si aspetta un aumento dell’interesse per le infrastrutture sostenibili anche nell’anno in corso anche in vista della Tassonomia Esg voluta da Bruxelles. «Gli investitori comprendono sempre di più l’importanza di avere un portafoglio diversificato per attenuare il rischio. I veicoli di tipo aperto dispongono della flessibilità necessaria per garantire una maggiore diversificazione, rispetto ai tradizionali veicoli d’investimento in infrastrutture caratterizzati da una durata di conservazione e un periodo di investimento fissi».

0 commenti

Lascia un commento