Climate Council: l’Australia rischia una nuova stagione di incendi

13 Mar 2020
In Breve Commenta Stampa Invia ad un amico

L’Australia rischia un’intensificarsi degli incendi. Una situazione peggiore di quella che ha dovuto affrontare in questa stagione. Questo a meno che non riduca le emissioni e proceda all’eliminazione graduale delle esportazioni di combustibili fossili. L’avvertimento arriva dall’organizzazione indipendente Climate Council che, nel report “Summer of Crisis”, ha denunciato come i governi australiani abbiano ignorato per almeno un decennio gli avvertimenti degli scienziati su un imminente disastro naturale.

«Se non riusciremo ad agire con forza per eliminare rapidamente carbone, petrolio e gas nell’ambito di uno sforzo globale, gli impatti dei cambiamenti climatici, compreso il peggioramento delle condizioni meteorologiche estreme, continueranno ad aumentare», si legge nel rapporto. Il documento sottolinea che «il peggioramento delle condizioni climatiche estreme è chiaramente causato dal riscaldamento climatico» e che «l’ulteriore negazione e ritardo nell’attuazione di misure sulle emissioni garantirà un peggioramento delle catastrofi nel futuro».

Il report fornisce anche chiare indicazioni su come procedere: «L’Australia ha urgente bisogno di un piano per ridurre le emissioni domestiche di gas serra fino al “net zero” e per eliminare gradualmente le esportazioni di combustibili fossili, perché siamo tra i maggiori inquinatori al mondo».

Lascia un commento