Sostenibilità al FARAD Finance Forum di settembre

Gli Sdgs attraverso partnership globali

10 Mar 2020
Contributi Notizie Extra Commenta Stampa Invia ad un amico

Grazie alla guida fornita dagli SDGs, gli obiettivi di sviluppo delle Nazioni Unite, i leader di tutto il mondo hanno una monumentale opportunità di ridurre le disuguaglianze, porre fine alla povertà, proteggere l’ambiente e promuovere la giustizia e la pace. Nonostante i progressi in alcune direzioni siano evidenti (ad esempio con l’istituzione della Technology Bank per garantire accesso alla tecnologia per i Paesi meno sviluppati) permangono sfide significative.

In questo scenario è quindi necessaria una cooperazione internazionale rafforzata, una sorta di framework per gestire lo sviluppo di politiche pro-SDG, ma specialmente per garantire che esistano mezzi di attuazione sufficienti per offrire ai Paesi l’opportunità di raggiungere tutti gli obiettivi ONU. Il ruolo del goal 17 è quindi in questo senso essenziale poiché è propedeutico al raggiungimento degli altri 16 obiettivi e tocca diversi ambiti: finanziario, tecnologico, commerciale oltre ad essere relativo alle capacità di risolvere problematiche di sistema grazie a riforme strutturali.

Il settore privato ha un ruolo cruciale nella realizzazione dell’SDG 17, a condizione che non persegua programmi ristretti. Le aziende infatti, possono creare benchmark di rating delle proprie politiche di sviluppo sostenibile e valutare il proprio contributo allo sviluppo di determinati SDG. In ambito finanziario, ad esempio, la maggior parte delle case di gestione ha creato sistemi interni di scoring utilizzati nelle fasi di asset selection e allocation, con indicazione dell’impatto di un particolare investimento su determinati SDGs in modo da poter operare scelte consapevoli.

Nonostante le numerose iniziative singole, solo attraverso la creazione di partnership globali si registreranno notevoli incrementi in politiche di sviluppo sostenibile. In questo contesto, occasioni di knowledge-sharing e di condivisione di best practices sono preziose. Il gruppo FARAD, ed in particolare la sua società di gestione patrimoniale GreenEthica by FIA A.M., votata a divenire tra le società di asset management di riferimento per la finanza ESG a Lussemburgo, e da anni impegnata nello sviluppo di soluzioni d’investimento interamente sostenibili, apporta un contributo importante con l’organizzazione dell’evento annuale, FFF20 FARAD Finance Forum. Dedicato a “Green Ocean and the SDGs opportunity”, l’evento, che si terrà il 17 Settembre a Lussemburgo, è un perfetto esempio di partnership al fine di condividere conoscenze e best practices nel settore finanziario per supportare gli SDG.

Un ulteriore strumento messo a disposizione dalle Nazioni Unite per favorire il raggiungimento di tutti gli SDGs, è la piattaforma online Partnerships for SDGs grazie alla quale la società civile, le autorità locali, il settore privato, la comunità scientifica e tecnologica di tutto il mondo potranno essere aggiornati sui progressi.

Come tutti sappiamo, la strada è ancora lunga per creare partnership efficaci e per la realizzazione dell’SDG 17 e un più ampio raggiungimento di tutti gli altri goals. Questo è sicuramente il momento di essere concretamente sostenibili, ma solo un vero impegno da parte di tutti porterà al successo.

Charles Lamoulen
Head of Portfolio Management, GreenEthica by FIA A.M.

Lascia un commento