ET.DIRECTORIES - I PROTAGONISTI DELLE ULTIME TRE SETTIMANE

Quelli che… fanno sostenibilità/ 65

27 Nov 2020
Senza categoria Commenta Stampa Invia ad un amico
Una selezione dei protagonisti della sostenibilità che ETicaNews ha incontrato nell'ultimo periodo. Una parte del mondo raccolto nelle ET.directories: Steven Maijoor, Gian Franco Giannini Guazzugli e Francesco Bicciato, Stefano Giuliano, Giulia Genuardi, James Magowan

Nel corso delle ultime settimane, ETicaNews ha coinvolto o menzionato una serie di protagonisti del business sostenibile e responsabile. Di seguito, ne riportiamo alcuni, con una breve sintesi di ciò che hanno detto e delle posizioni che hanno espresso, con rimando al relativo articolo. Queste persone sono solo una minima parte delle centinaia di protagonisti che ETicaNews ha incrociato nel suo percorso, e che stiamo raccogliendo nelle nostre Directories, per offrire un riferimento unico ai professionisti dell’economia e finanza responsabile. Il servizio Directories fa parte del pacchetto ET.pro.

ABBIAMO PARLATO di…

Steven Maijoor, presidente di Esma

ARTICOLO: Esma, consultazione sulla Dnf delle sgr

La European Securities and Markets Authority (Esma) ha pubblicato il 5 novembre il documento di consultazione pubblica contenente una bozza di parere indirizzata alla Commissione europea in merito all’articolo 8 del Regolamento sulla Tassonomia, che obbliga le società sottoposte alla Non Financial Reporting Directive a pubblicare informazioni su come e in che misura la loro attività è associata ad attività economiche che si qualificano come sostenibili dal punto di vista ambientale. «Il Regolamento sulla Tassonomia è un elemento chiave dell’European Green Deal per aumentare il flusso di investimenti del settore privato verso progetti verdi e sostenibili – ha dichiarato Steven Maijoor, presidente di Esma -. Oltre a garantire l’applicazione coerente degli obblighi di divulgazione richiesti dal Regolamento sulla Tassonomia, le proposte dell’Esma sono anche di vitale importanza per gli utenti di informazioni non finanziarie, in quanto forniscono certezza giuridica sul contenuto di tale divulgazione».

ABBIAMO PARLATO di…

Gian Franco Giannini Guazzugli, presidente, e Francesco Bicciato, segretario generale del Forum per la finanza sostenibile

ARTICOLO: Il Forum scrive al Governo per indirizzo Sri dei fondi Ue

«In un quadro nazionale ed europeo caratterizzato da sfide epocali, chiediamo di orientare una porzione consistente delle risorse del Next Generation EU in direzione di mitigazione e adattamento al cambiamento climatico, secondo una prospettiva di giusta transizione e di equità e inclusione sociale. Riteniamo che tale strategia, associata a una gestione coerente di tutta la spesa pubblica, consenta di intervenire su numerose fragilità del Paese, cogliere nuove opportunità di crescita e raggiungere gli obiettivi di lungo termine delineati dal governo». Inizia così la lettera indirizzata al presidente del Consiglio Giuseppe Conte e cinque ministri, da parte del Forum per la finanza sostenibile, firmata dal presidente Gian Franco Giannini Guazzugli e dal segretario generale Francesco Bicciato. La missiva indica otto proposte sull’utilizzo di strumenti di finanza sostenibile per indirizzare le risorse europee verso obiettivi responsabili.

ABBIAMO PARLATO di…

Stefano Giuliano, partner di Cms in Italia

ARTICOLO: E se tassassimo l’impatto ambientale?

I sistemi fiscali dei Paesi europei possono essere utilizzati in a difesa dell’ambiente e come leva per affrontare il cambiamento climatico? A questa domanda cerca di rispondere il report “Can Taxes Save The Planet?” dello studio legale globale Cms, che ha riunito esperti legali da tutto il mondo per condividere la loro visione sul ruolo della finanza nell’affrontare il cambiamento climatico. In un contributo Stefano Giuliano, partner di Cms in Italia, analizza come la pandemia di Covid-19 potrebbe dare impulso a nuove e più radicali misure fiscali ambientali. «È ragionevole aspettarsi un ripensamento dei sistemi fiscali causato dalla necessità di recuperare i fondi impiegati per la ripresa – spiega Giuliano -. In tale processo sarebbe auspicabile andare verso un sistema in cui le aliquote dell’imposta sul reddito siano adeguate in base all’impatto ambientale. Tale sistema, tuttavia, può essere vincente solo se globalmente condiviso e accettato».

ABBIAMO PARLATO di…

Giulia Genuardi, responsabile Sustainability Planning & Performance Management di Enel

ARTICOLO: Genuardi (Enel) entra nel board degli Standard Gri

Sono tre le nuove nomine del Global Sustainability Standards Board (Gssb), l’organismo indipendente con la competenza esclusiva di sviluppare ed emanare gli Standard Gri. Tra i nuovi membri, c’è Giulia Genuardi, responsabile Sustainability Planning & Performance Management, Enel (Italia). «Migliorare la qualità e l’affidabilità dei risultati delle imprese – ha commentato Genuardi – diventa fondamentale per comunicare il contributo che apportano allo sviluppo sostenibile, oltre che per descrivere efficacemente i futuri megatrend e le relative tematiche innovative, che diventeranno importanti in futuro. Attendo con impazienza di collaborare con gli altri membri del Gssb per favorire passi avanti nelle pratiche di reporting sulla sostenibilità e aiutare le imprese a perseguire lo scopo di divulgare informazioni in modo lungimirante e trasparente».

ABBIAMO PARLATO di…

James Magowan, Co-ordinating Director di Ecfi

ARTICOLO: Fondazioni di comunità, una guida per integrare gli Sdgs

La European community foundations initiative (Ecfi) ha recentemente pubblicato la guida “Connettere le fondazioni di comunità con gli obiettivi di sviluppo sostenibile”. Il documento raccoglie buone pratiche correlate agli Sdgs portate avanti dalle fondazioni e dà indicazioni operative per trasformare la propria fondazione in un’organizzazione sostenibile e per includere gli Sdgs in tutte le aree organizzative. Si tratta del whole-of-organization approach, ovvero «un approccio che invita le fondazioni di comunità – ha spiegato James Magowan, Co-ordinating Director di Ecfi – a rileggere e riconsiderare la propria mission, la gestione del patrimonio e degli investimenti, la propria strategia, i programmi e le attività, i propri processi interni e la strategia di comunicazione utilizzando, come quadro di riferimento, gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile».

Lascia un commento