A inizio 2022 la prima bozza sulla nuova Nature-related Financial Disclosures

ET.Pro
1 Ott 2021
In breve ESG Governance Commenta Stampa Invia ad un amico

La nuova Taskforce on Nature-related Financial Disclosures ha annunciato la nomina di 30 membri e il lancio del Consultative Forum, un gruppo consultivo composto da più di 100 società e istituzioni. L’iniziativa (di cui ETicaNews ha parlato nell’articolo “Dopo la Tcfd (Clima), la Tnfd sulla natura”) punta a favorire l’informativa finanziaria relativa alla natura, impegnandosi a elaborare uno standard globale per la reportistica sui rischi legati a ambiente e biodiversità entro il 2023.  La versione beta del framework è prevista per l’inizio del 2022.

I 30 membri della Task force sono stati selezionati in base alla copertura settoriale e geografica, oltre che alla loro expertise specifica sui temi della natura e della finanza, e rappresentano i settori con il maggiore impatto e dipendenza dalla natura, come l’agribusiness, la blue economy, il food & beverage, le miniere, le costruzioni e le infrastrutture. Per completare la rosa della task force mancano però ancora cinque candidati in fase di selezione

Ciascun membro farà parte dei almeno cinque working group iniziali che avvieranno i lavori tecnici su cui sarà costruito il framework. I cinque gruppi si focalizzeranno su:

  1. Definizione dei rischi collegati alla natura
  2. Disponibilità di dati
  3. Situazione di standard e metriche
  4. Sviluppo del framework beta
  5. Test pilota e integrazione

 

0 commenti

Lascia un commento