Bcg calcola le plus-valutazioni delle aziende a impatto

ET.Pro
8 Gen 2018
In breve Tools & Research Commenta Stampa Invia ad un amico

Le aziende che adottano approcci sostenibili hanno margini e valutazioni migliori. Questo è il dato principale emerso dall’analisi di The Boston Consulting Group “Total Societal Impact: A New Lens for Strategy”, condotta su 300 aziende dei settori Consumer Packaged Goods, Biofarmaceutica, Oil & Gas, Retail & Business Banking e Tecnologia. Per Total Societal Impact (Tsi) si intende l’impatto totale sulla società e sull’ambiente che deriva da tutti i prodotti, i servizi, le operazioni e le attività di una certa azienda. Come punto di partenza per quantificarlo, si considera la performance aziendale nelle aree Esg, cioè ambientali, sociali e di governance.

In base a una nota diffusa sulla ricerca, nei settori Consumer Packaged Goods, Biofarmaceutica, Oil & Gas e Retail & Business Banking, i top performer in temi Esg hanno registrato valutazioni (valuation multiple premium) tra il 3 e il 19% più alte, e margini di 12,4 punti percentuali superiori rispetto alla media.

Il report di Bcg misura la relazione quantitativa tra performance ambientali, sociali e di governance e dati finanziari, indentificando 8 fattori chiave che aiutano le aziende a migliorare sia il loro impatto sociale, il Tsi, sia la loro performance finanziaria, il Total Shareholder Return. Tra i fattori identificati, «è cruciale – si legge nella nota – che il top management comprenda il vero significato e impatto del Tsi e ne supporti l’implementazione, coinvolgendo tutta l’organizzazione. Integrando il Tsi alle proprie strategie, le organizzazioni possono contribuire positivamente alla società, senza compromettere (o addirittura aumentando) il proprio valore». Il Tsi, prosegue la nota, «può ridurre i rischi e offrire nuove opportunità, come l’ingresso in nuovi mercati, la diminuzione dei costi riducendo gli scarti, una catena del valore più inclusiva e affidabile, maggiore fiducia da parte dei clienti, la capacità di attrarre talenti».

«Nel settore dei beni di consumo, alcune aziende hanno adottato soluzioni a lungo termine per affrontare il tema delle potenziali ricadute del loro business sulla comunità, aumentando così la loro valutazione dell’11% rispetto alla media».

«Nell’industria biofarmaceutica, aziende top performer che hanno condotto esperimenti clinici etici hanno accresciuto il valuation multiple premium del 12% rispetto alla media. Nel settore Oil & Gas, le aziende impegnate nei programmi rivolti alla salute e alla sicurezza dei lavoratori e alla loro formazione hanno avuto un valuation multiple premium superiore del 19% e margini più alti del 3,4%. Nel settore bancario si vedono i benefici minori, sono però premianti azioni come la lotta alla corruzione».

0 commenti

Lascia un commento