Deutsche Bank smetterà di finanziare progetti legati al carbone, come previsto anche dagli impegni assunti alla conferenza di Parigi per combattere il riscaldamento globale. «Deutsche Bank e le sue filiali non sosterranno nuovi finanziamenti che prevedano l’uso di terreni per l’estrazione di carbone e la costruzione di nuovi impianti alimentati a carbone», si legge in un comunicato del colosso tedesco citato dal britannico Guardian. Anche l’esposizione attuale a progetti di questo genere sarà progressivamente ridotta.

Complessivamente, secondo un report di Arabella Advisors dello scorso dicembre, il valore dei fondi di investimento impegnati a disinvestire da carburanti di origine fossile ammonta a 5,2 mila miliardi di dollari, un valore doppio rispetto ad appena un anno prima.

0 commenti

Lascia un commento