ShareAction, gli asset owner valutino i gestori sugli Esg

ET.Pro
11 Mar 2021
In breve Tools & Research Commenta Stampa Invia ad un amico

Un’analisi dell’impatto delle scelte degli asset manager sulle persone e sul pianeta. È quanto evidenziato dall’ultimo report della Ong ShareActionPoint of No Returns – Part V: Leading Practice“, che ha analizzato le principali pratiche Esg degli asset manager.

Come riportato dalla rassegna sostenibile di lunedì (Et.Observer/ 250), il report ha lo scopo di aiutare gli asset owner a confrontare i propri gestori su una serie di aree di investimento Esg, tra cui la governance degli investimenti responsabili, il cambiamento climatico, i diritti umani e del lavoro e la biodiversità.

Lo studio fa parte di una serie lanciata da ShareAction lo scorso marzo, che classifica le prestazioni di investimento responsabile di 75 asset manager a livello globale. Nonostante includa liste di controllo e casi di studio nominativi per evidenziare esempi di best practice, ShareAction ha affermato che nessun gestore patrimoniale ha stabilito un record esemplare in tutte le aree coperte o anche la maggior parte. I gestori più citati nel rapporto sono Bnp Paribas Asset Management, Nn Investment Partners, Axa Investment Managers, Robeco e Legal & General Investment Management. Aviva Investors e Rbc Global Asset Management sono stati notati per le loro politiche di voto, mentre Bank J. Safra Sarasin e Actiam sono stati elogiati rispettivamente sul cambiamento climatico e la biodiversità.

0 commenti

Lascia un commento