ET.PUBLICAFFAIRS - OSSERVATORIO ETICO SU NORME, REGOLE E LOBBY

La stanza dei bottoni sostenibili/ 62

22 Feb 2019
Senza categoria Commenta Stampa Invia ad un amico
Usa, i Dem presentano il Green New Deal - Pepp, sì all'accordo per "libera circolazione" delle pensioni - Belgio, label per i prodotti Sri - Iorp II, l'Italia recepisce la Direttiva Ue - Stewardship code, in Uk via a consultazione

ET.publicaffairs è un osservatorio sulle novità in termini di normativa, regolamenti, standard contabili (e non), prassi e procedure, e attività di lobbying nel campo della Csr, della finanza Sri, del social business e del crowdfunding. La rubrica periodica è dedicata ai professionisti della sostenibilità, ed è integrata nell’abbonamento ET.pro.

USA, I DEM PRESENTANO IL GREEN NEW DEAL 

Dagli Usa arriva un tuono politico verde. La parlamentare democratica Alexandria Ocasio-Cortez, assieme al senatore Edward Markey, ha presentato il Green New Deal. Una proposta, non ancora un programma, ma ha già acceso un profondo dibattito. Pone al centro degli obiettivi governativi il rispetto ambientale, prevedendo interventi sui consumi energetici, sulle fonti di energia, sull’edilizia e le grandi infrastrutture, e perfino un confronto con i ranch americani per ridurre l’inquinamento degli allevamenti. Interessa a chi si occupa di politica internazionale e Csr.

PEPP, SÌ ALL’ACCORDO PER LA “LIBERA CIRCOLAZIONE” DELLE PENSIONI

Le Istituzioni europee confermano l’accordo, raggiunto a dicembre 2018, sulla “libera circolazione” delle pensioni nell’Unione e convalidano la normalizzazione degli Esg nel processo di investimento previdenziale. Interessa a chi si occupa di diritto europeo e pensioni. Il Consiglio europeo, lo scorso 13 febbraio, ha approvato la proposta di Regolamento (la forma più stringente di intervento normativo europeo), presentata dalla Commissione a giugno 2017, sui pan-European Personal Pension Product dove il fulcro della normativa è rappresentato dalla trasferibilità dei prodotti pensionistici tra i diversi Stati membri. Un traguardo che dispone anche la regolarizzazione dei parametri Esg nell’analisi degli investimenti per i player europei.

BELGIO, LABEL PER I PRODOTTI SRI

Il Belgio istituisce un sustainability label con l’obiettivo di standardizzare i prodotti finanziari sostenibili, inclusi i fondi di investimento. L’iniziativa della Fédération belge du Secteur Financier (Febelfin) ha l’obiettivo di garantire, a quanti vogliano investire in modo sostenibile, che il proprio denaro vada a finire soltanto in aziende che corrispondono, in maniera certificata, alle proprie convinzioni personali riguardo l’ambiente, le risorse umane e la società. Così si potrà stabilire uno standard di qualità per i prodotti finanziari sostenibili, inclusi i fondi di investimento. Interessa a chi si occupa di prodotti finanziari e sostenibilità.

IORP II, L’ITALIA RECEPISCE LA DIRETTIVA UE 

I parametri Esg entrano a pieno titolo nella gestione del rischio sul fronte della previdenza complementare con il recepimento in termini di modifica del Dlgs 252 alla direttiva europea Iorp II. Nonostante ciò, resta un nodo irrisolto sulla possibilità di operare un’evoluzione ancora più incisiva sul fronte della sostenibilità tramite l’azione di tutti gli attori in campo, in primo luogo la Commissione europea. E si configurano anche criticità legate ai nuovi obblighi sul fronte della gestione del rischio e del reporting. Interessa a chi si occupa di normative a livello europeo.

UK STEWARDSHIP CODE, LONDRA AVVIA CONSULTAZIONE

L’organismo britannico di controllo dell’auditing, il Financial Reporting Council (Frc), il 30 gennaio ha avviato una consultazione in merito a una versione aggiornata del codice di stewardship del Regno Unito. Una delle principali proposte è che i gestori dei fondi tengano conto dei fattori ambientali, sociali e di governance nella supervisione delle società partecipate. Interessa a chi si occupa di stewardship a livello internazionale.

Lascia un commento