Vetrya e Pegaso premiate per i loro talenti femminili

ET.Pro
16 Giu 2017
In breve Commenta Stampa Invia ad un amico

L’azienda Vetrya di Orvieto e la Pegaso di Verona sono le vincitrici del premio “Women value company 2017 – Intesa Sanpaolo” per la loro capacità di valorizzare il talento femminile e la parità di genere.

Il premio è alla sua prima edizione ed è stato istituito dalla fondazione Marisa Bellisario, in collaborazione con il gruppo Intesa Sanpaolo, per incoraggiare le aziende ad attuare politiche concrete e innovative nel campo della parità di genere.

Le due imprese vincitrici sono state scelte tra 111 Pmi finaliste, selezionate a propria volta tra le quasi 600 aziende di tutta Italia che si erano auto-candidate.

Vetrya, prima nella categoria “Medie imprese”, è una società impegnata nello sviluppo e implementazione di soluzioni e servizi innovativi per reti di telecomunicazioni a larga banda, piattaforme per la distribuzione di contenuti multimediali in modalità multischermo, media asset management, mobile entertainment, mobile payment, servizi a valore aggiunto per reti broadband, digital advertising, big data, internet tv, internet degli oggetti e applicazioni consumer.

Pegaso, vincitrice invece tra le “Piccole imprese”, ha sede ad Arbizzano di Negrar (Verona), è guidata dalle sorelle Cristina e Paola Tosi ed è al 90% femminile. Da 25 anni produce e commercializza integratori alimentari e prodotti per la salute di tutti, con un occhio particolare alle donne.

Il tasso di attività femminile in Italia , sottolineano gli organizzatori del premio, è tra i più bassi in Europa, pari al 55,2% nel 2016. Un aumento del tasso di occupazione delle donne al 60%, si legge sempre nel comunicato stampa, comporterebbe un aumento del Pil fino al 7% (stime Banca d’Italia).

0 commenti

Lascia un commento