Diritti umani, denuncia Ecchr contro Hugo Boss e Lidl

ET.Pro
15 Set 2021
In breve Commenta Stampa Invia ad un amico

Il 5 settembre, l’European Center for Constitutional and Human Rights (Ecchr), organizzazione non governativa indipendente e senza scopo di lucro che ha l’obiettivo di far rispettare i diritti umani attraverso mezzi legali, ha presentato una denuncia penale in Germania contro diversi marchi tessili e rivenditori di alto profilo. Come spiegato nella Rassegna stampa aumentata Esg/270, solo due note aziende sono state nominate specificatamente nella dichiarazione: Hugo Boss e Lidl. Questi gruppi sono accusati dall’Ecchr di «favorire e trarre profitto direttamente o indirettamente dal presunto lavoro forzato della minoranza uigura» nella regione dello Xinjiang in Cina occidentale. L’organizzazione no-profit sostiene che il governo cinese stia costringendo gli uiguri a lavorare nell’industria tessile, perciò le aziende che si riforniscono nella regione potrebbero essere complici di un modello di business basato sul lavoro forzato. Nella denuncia non viene indicato quante altre aziende sono coinvolte.

 

0 commenti

Lascia un commento