Il Salone dello sri 2017 batte le aspettative

La finanza Sri batte oltre 300 colpi

15 Nov 2017
News Finanza SRI Commenta Stampa Invia ad un amico
La seconda edizione dell'unico appuntamento nazionale dedicato al mercato Sri ha chiuso con circa 300 presenze. Un successo oltre le aspettative, anche in relazione alla composizione del pubblico: consulenti, banker e family office

La finanza responsabile diventa ufficialmente mainstream anche in Italia. Sono state oltre 300 le persone che, ieri, hanno preso parte alla seconda edizione del Salone dello SRI, unico appuntamento nazionale dedicato alla presentazione di prodotti e strategie Sri (socially responsible investing), battendo le aspettativa di presenze. Già le iscrizioni (450) erano state circa tre volte il risultato del 2016, segnale che l’appuntamento è entrato in forze nelle agende degli operatori. Peraltro, si è trattato di un pubblico di profilo elevato, che ha rappresentato in forze il mondo della consulenza (con una notevole incidenza della rete Fideuram), ma, con una quota molto elevata, anche quello degli investitori istituzionali (a cominciare dai family office). Insomma, il Salone ha centrato l’obiettivo degli organizzatori (ETicaNews, con il supporto di Forum per la finanza sostenibile, Anasf ed Efpa) di diventare un appuntamento centrale, oltre che per la Settimana SRI, anche per il mercato della finanza responsabile.

Un altro segnale del forte interesse riscontrato, la presenza media: oltre al mediapartner Lifegate, sono intervenute le principali testate di settore (tra cui Financial Lounge). Il salone è entrato anche nei monitor delle maggiori agenzie nazionali (per esempio, Radiocor). Nei prossimi giorni sarà possibile verificare il grado di copertura con maggiore precisione.

Ad attirare l’attenzione, l’area espositiva con 13 player nazionali e internazionali (Aberdeen, iShares-Blackrock, Bmo-Bank of Montreal, Bnpp Am, Candriam, Degroof-Petercam, Etica Sgr, Fideuram, Natixis, Raiffeisen, Selectra, Sella Gestioni, Vontobel). Ma anche l’area di studio e di discussione (sala Volta), dove, in una giornata di lavori continui, sono state presentate ricerche operative sul settore. A cominciare dalla prima mappa dei circa 450 fondi di investimento distribuiti a livello nazionale (corredata da protagonisti, volumi, rendimenti), realizzata da ETicaNews.

LE RICERCHE

Nel corso della giornata del Salone, in Sala Volta alle Stelline, si sono svolti due seminari scientifici per i quali sono stati richiesti gli accreditamenti formativi per il mantenimento della Certificazione EFA. Il primo ha visto la presentazione della terza edizione della ricerca condotta da ETicaNews e Anasf, presso i consulenti finanziari, sull’evoluzione del mercato del risparmio Sri (un approfondimento sarà pubblicato nei prossimi giorni). Il secondo seminario ha proposto l’OsservatorioSri 2017 (anche questo sarà dettagliato la prossima settimana). In sintesi, ha comunque dimostrato che oggi è già possibile adottare strategie e modelli differenti (in relazione al profilo di rischio e agli orizzonti di ciascuno), e portare a casa rendimenti migliori dei corrispettivi standard.

ASSEGNATI “SRI AWARDS”

Al termine dei lavori, infine, un altro step di interesse, con l’assegnazione dei primi SRI Awards italiani (l’articolo con i vincitori uscirà alle ore 10). I riconoscimenti sono frutto di un’analisi condotta da ETicaNews su base quantitativa, integrando gli score Esg messi a disposizione da Msci, le performance di rischio-rendimento calcolate da MoneyMate, e un’analisi sulla governance del gestore. Gli Awards sono andati ai primi classificati delle categorie “azionari”, “tematici”, “flessibili-bilanciati”, “obbligazionari corporate”, “obbligazionari governativi”.

 

Lascia un commento