ET.TRADING-SRI: AGGIORNAMENTO TREND ETF

L’incertezza frena il dinamismo dei cloni ESG

ET.Pro
12 Ott 2021
ESG Market Commenta Stampa Invia ad un amico
L'assenza di trend rialzisti nei fondi quotati sotto osservazione caratterizza i prodotti sia azionari sia obbligazionari. Quest'ultimi, green bond compresi, risentono delle tensioni sui rendimenti alimentate dalle fiammate dell'inflazione nel mondo

Si conferma un periodo di forte incertezza per le quotazioni e i volumi degli Etf Esg azionari coinvolti nella simulazione di trading in Etf Sri implementata dall’Ufficio Studi di ET (vedi Trading con Etf Sri: la prova su strada). L’assenza di trend rialzisti nei fondi quotati sotto osservazione caratterizza sia i prodotti azionari sia quelli obbligazionari. Quest’ultimi in particolare risentono delle tensioni sui rendimenti alimentate dalle fiammate dell’inflazione in giro per il mondo. Una dinamica che condiziona anche il mercato dei green bond e quindi dei prodotti ad essi collegati.

I segnali di nervosismo che trapelano dall’andamento dei prezzi dei cloni di indici azionari e obbligazionari responsabili e sostenibili hanno causato un rallentamento nella crescita della raccolta presso gli investitori, comunque in linea con le tendenze dei volumi sugli Etf in generale. Secondo l’ultimo numero del BlackRock ETP Landscape Report, che illustra i trend dei flussi degli Etp a livello globale registrati nel mese di settembre 2021, la raccolta globale degli Etf è stata pari a 82,4 miliardi di dollari, in leggero calo rispetto ai 96,5 miliardi di dollari del mese di agosto. Nel dettaglio i numeri mostrano dinamiche comuni per i prodotti azionari e quelli obbligazionari. Gli afflussi azionari hanno registrato una nuova decelerazione a 59,4 miliardi di dollari (contro i 67,5 miliardi di dollari del mese di agosto), ma si confermano positivi nonostante la volatilità del mercato. Non solo. Gli esperti di BlackRock sottolineano che anche i flussi del reddito fisso sono scesi leggermente (23,0 miliardi di dollari). Questo in generale sul tema della raccolta per questo tipo di prodotto. Ma invece cosa dicono i numeri sui prodotti dichiaratamente “sostenibili”?

Il dato cumulato sugli afflussi rivela che siamo ormai oltre quota 100 miliardi di dollari raccolti nel 2021. “Nonostante il leggero calo a 6,4 miliardi di dollari nel mese di settembre rispetto agli 8 miliardi di dollari del mese di agosto – spiegano gli analisti di BlackRock -, gli afflussi globali da inizio anno degli Etp sostenibili hanno superato i 100 miliardi di dollari. Settembre è stato il secondo mese di minori afflussi per gli Etp sostenibili nel 2021, di poco superiore ai 6,0 miliardi di dollari di maggio. Questa contrazione è stata guidata dalle esposizioni europee, a settembre in calo a 4,0 miliardi di dollari rispetto dai 6,0 miliardi di dollari di agosto, quasi in linea con i 3,9 miliardi di dollari di maggio, il minimo mensile del 2021″. Focalizzando lo sguardo sulle dinamiche dei volumi sul mercato europeo, emergono interessanti dinamiche. “A livello europeo – si legge nel comunicato di presentazione del report -, il rallentamento dei flussi è stato più sensibile nelle strategie ESG best-in-class e screened”. Le strategie “clean energy” hanno registrato il primo mese di deflusso del 2021 (-38 milioni di dollari). Nonostante la flessione mese su mese, le varianti ESG best-in-class (2,0 miliardi di dollari) hanno continuato a dominare la raccolta degli Etp ESG quotati in Europa. Anche le strategie azionarie statunitensi con un’inclinazione ESG hanno registrato afflussi per 0,3 miliardi di dollari nel mese di settembre, mentre le strategie EM screened hanno registrato entrate per 0,2 miliardi di dollari”. E non finisce qua. “Scomponendo gli afflussi di 2,5 miliardi di dollari di settembre, si conferma il calo degli afflussi nelle strategie ESG ottimizzate: sebbene in aumento rispetto ai 915 milioni di dollari del mese precedente, i 987 milioni di dollari di settembre restano a livelli inferiori rispetto a quelli registrati prima di agosto. Le strategie screened hanno mantenuto lo slancio di agosto, registrando un dato quasi simile anche nel mese di settembre (0,4 miliardi di dollari), ancora di poco al di sotto del record mensile di 0,5 miliardi di dollari registrato a febbraio”.

0 commenti

Lascia un commento