Overperformance per le società incluse in 1 o 2 panieri etici

Ftse Mib, i titoli più Sri battono l’indice

14 Giu 2016
ET.inchieste Risparmio SRI Commenta Stampa Invia ad un amico
Nel nuovo studio effettuato con il database di MoneyMate, ETicaNews ha analizzato le performance delle big cap italiane incluse nei principali indici Sri. Il portafoglio così costruito registra rendimenti ben più alti di Piazza Affari in orizzonti a 3, 5 e 10 anni

Quadrato_ETpro_ISLe società del Ftse Mib incluse nelle più importanti famiglie di indici di sostenibilità battono il Ftse40. E di molto. È quanto emerge dall’ultima analisi effettuata da ETicaNews utilizzando il database del provider di dati MoneyMate. Il paniere, costruito a partire dalle società incluse nel Ftse Mib a maggio 2016, ha infatti sovraperformato l’indice in tre differenti scenari a lungo termine. Che si consideri un orizzonte triennale, quinquennale o decennale, il portafoglio con le società più sostenibili è sempre arrivato più in alto del principale indice della Borsa italiana.

IL PROCESSO DI SELEZIONE

La selezione è stata costruita a partire dall’analisi effettuata settimana scorsa da ETicaNews sull’inclusione negli indici di sostenibilità delle principali società italiane, ovvero quelle inserite nel Ftse Mib (leggi l’articolo Ftse Mib in confusione sugli indici Sri). Una volta raccolte queste informazioni, sono state selezionate le società incluse in almeno una delle quattro maggiori famiglie di indici Sri: Dow Jones Sustainability Indices, Msci Esg Indexes, Ftse4Good Index Series e Euronext Vigeo Indices. Ne è emerso un portafoglio di 17 titoli.

Si tratta ovviamente un esercizio didattico, in quanto un paniere così costruito può essere soggetto a molti altri fattori che ne influenzano l’andamento, oltre alle questioni di sostenibilità (dando per assodato che l’inclusione in una di queste importanti famiglie di indici Sri sia prova di elevato livello di integrazione dei fattori Esg nelle pratiche aziendali). In ogni caso, i risultati delle simulazioni non lasciano dubbi. Le società “sostenibili” hanno delle performance ben più alte del Ftse40.

I risultati del confronto (scaricabili qui in formato xlsx) sono positivi, come si diceva, in diversi orizzonti di lungo termine. In uno scenario a 10 anni, il paniere di ET non solo ottiene un risultato positivo, laddove il Ftse Mib ha un segno meno, ma sovraperforma di oltre 60 punti percentuali il benchmark di riferimento. Riducendo l’orizzonte temporale la distanza si riduce, ma rimane sempre ampia. A cinque anni il gap si riduce ad una differenza di circa il 25%, mentre a tre anni risale intorno al 36 per cento. Allo stesso tempo, si può notare dal grafico una maggior volatilità del paniere di ETicaNews.

ET_azioni_Ftse40_1indexSRI

IL CONFRONTO PIU’ SEVERO

A conferma del fatto che il criterio utilizzato, per quanto didattico, segnala un legame tra maggior livello di sostenibilità (denotato dall’inclusione negli indici Sri, appunto) e migliori performance, sta un secondo confronto effettuato da ETicaNews. In questo caso il paniere è stato costruito con un criterio ancora più stringente, ovvero inserendo solamente quelle società del Ftse che fossero incluse in almeno due importanti famiglie di indici Sri. L’indice così costruito (11 società), ha ottenuto risultati (scaricabili qui in formato xlsx) migliori del Ftse Mib in tutti e tre gli orizzonti temporali, registrando un gap di performance ancora più ampio (circa 78% a 10 anni, 44% a 5 anni e 47% a 3 anni). Inoltre, si può notare dal grafico come questo secondo paniere abbia un andamento meno “nervoso” di quello precedente, indicando una minor volatilità rispetto al primo.

ET_azioni_Ftse40_2indexSRI

 

Aldo Sghirinzetti

Lascia un commento