Sustainalytics, al via la prima “data solution” per il Pai-statement Sfdr

ET.Pro
9 Mar 2021
In breve Commenta Stampa Invia ad un amico

I data provider cercano di guadagnare posizioni in vista degli imminenti adeguamenti normativi di gestori, istituzionali e società finanziarie (i Financial markets participants – Fmp) alla Sustainable Finance Disclosure Regulation (Sfdr) il regolamento Ue sulla disclosure di sostenibilità che prevede l’attuazione delle norme di primo livello (quelle relative alla disclosure sui rischi Esg dal punto di vista delle entità e dei prodotti finanziari) entro giovedì 10 marzo.

Un segnale importante in vista di una ricollocazione degli altri attori del mercato finanziario è arrivata la scorsa settimana da Sustainalytics, Esg data provider controllato da Morningstar da aprile dello scorso anno, che ha lanciato la sua Principal Adverse Impact (Pai) Data Solution, un dataset che si allinea agli attuali indicatori Pai che dovranno essere elencati nel “Pai-statement” (sempre in ottemperanza all’Sfdr).

Come riportato dalla rassegna sostenibile di questa settimana (Et.Observer/ 250) con la Pai Data Solution di Sustainalytics si propone di aiutare i gestori a identificare e comprendere gli impatti negativi sulla sostenibilità dei loro investimenti per soddisfare i requisiti del Sfdr.

«L’Sfdr richiede ai gestori di fondi di classificare i loro fondi come grigi, verde chiaro o verde scuro», si legge nella nota in cui il data provider annuncia il lancio del servizio. «In particolare, i gestori di investimenti dovranno riferire su come valutano se le società di portafoglio rispettano gli standard globali, come gli UN Guiding Principles on Business and Human Rights. Inoltre, gli asset manager saranno tenuti a rivelare come i loro investimenti possono avere un impatto negativo sui fattori di sostenibilità o i principali impatti negativi dei loro investimenti». Con la Pai data solution i gestori avranno, quindi, accesso a una serie di indicatori e metriche «per supportarli con la loro rendicontazione PAI obbligatoria a livello di entità e con la rendicontazione periodica a livello di prodotto».

 

0 commenti

Lascia un commento