ET.analist / Mirabaud: «L’Esg è la chiave per trovare dividendi»

ET.Pro
9 Nov 2021
In breve ESG Market Commenta Stampa Invia ad un amico

ET.analist è lo spazio in cui ETicaNews raccoglie i contributi di analisti, asset manager e studiosi che fanno il punto su temi specifici del mondo della finanza sostenibile. Nell’ultimo numero (Finanza Sri, gli ultimi report degli analisti/ 27), è stata riportata un’analisi di Mirabaud sulla relazione tra Esg e dividendi.

«Alcuni investitori credono ancora che reddito ed Esg si escludano a vicenda: a nostro avviso, questa posizione non solo è superata ma comporta un rischio significativo, poiché oggi l’Esg è centrale per qualsiasi investimento a lungo termine», spiega Middleton. In questo commento, il manager spiega l’approccio agli investimenti nell’azionario globale ad alto dividendo del fondo che gestisce, sottolineando che Mirabaud non investe in nessuno dei tradizionali settori che assicurano dividendi importanti, come il tabacco, l’alcol e l’energia, in quanto non soddisfano i criteri Esg e perché ritiene che «le aziende di questi settori affrontino sfide strutturali significative per la loro sostenibilità». «Pur non investendo in questi settori ad alto rendimento – rivela – la previsione a 12 mesi per il rendimento da dividendi del fondo Mirabaud – Sustainable High Dividend Income è del 2,69%, contro il 2,04% dell’indice Msci Ac World Tr». La strategia per trovare dividendi sostenibili ha tre caratteristiche chiave:

  • La selezione di società con venti di coda assicurati da temi secolari a lungo termine che riteniamo si dimostreranno driver resilienti di crescita degli utili e dei dividendi
  • L’individuazione di aziende leader all’interno di questi temi con dividendi interessanti e in crescita
  • Una gestione forte sia dei rischi che delle opportunità Esg, che aiuti le aziende a superare i rischi non finanziari che possono avere un impatto finanziario significativo.

Per l’intera analisi, vai a ET.analist/ 27.

 

0 commenti

Lascia un commento