ESG Business Review

Ricevila gratis in ufficio o a casa

È il primo magazine cartaceo di approfondimento e studio, dedicato specificatamente alle tematiche Esg (vedi articolo di lancio). Il secondo numero è stato pubblicato a inizio ottobre, il terzo è stato pubblicato a fine febbraio 2020. Il quarto (vedi immagine sotto) porta la data ottobre 2020. Invio postale. Gratuito.

Grazie all’esperienza e all’attività di ricerca di ETicaNews, ogni edizione propone un doppio punto di vista:

  • quello delle aziende (analisi su Csr, integrated governance, Dnf, engagement)
  • quello degli investitori (analisi su prodotti e strategie Esg, Atlante e Top fondi Sri in Italia, Action Plan).

Per ricevere il prossimo numero di ESG Business Review (il QUINTO, in uscita a fine FEBBRAIO), compila il form qui sotto, completo del tuo indirizzo di posta fisico (potrai sempre cancellarti scrivendo a esgbusinessreview@eticanews.it).

Solo per i numeri arretrati, il costo è di 10 euro + 5 euro di spedizione. Per riceverli, scrivi a esgbusinessreview@eticanews.it.

Puoi leggere online o scaricare la versione PDF qui sotto.

 

 

Richiedi la rivista cartacea

    * Campi obbligatori

    Autorizzo il trattamento dei dati personali secondo la vigente normativa sulla privacy.

    Scarica la rivista in pdf

     

    Numero 4 - ottobre 2020

    Particella Esg, l'asse del nuovo mondo

    Integrated Governance Index 2020 ha segnato un momento di discontinuità. Non solo ha registrato un record di coinvolgimento, da parte di manager e aziende, ma ha evidenziato la percezione diffusa del cambio di paradigma Esg. Le imprese comprendono la necessità di individuare un purpose. E la necessità di una gestione vera ed efficace delle molteplici informazioni legate alla propria responsabilità sociale (Csr), le particelle Esg. Una gestione che richiede necessariamente un sistema digitale, a livello di singola azienda, ma, come ipotizza l’Europa, anche a livello di hub digitali nazionali. Del resto, il percorso finale dell’Action Plan di Bruxelles compie una svolta, e impone l’obbligo Esg non solo degli output di imprese e investitori, ma anche in termini di identità aziendali. Insomma, si procede verso uno scambio di informazioni di dimensioni progressivamente crescenti. Nasce su questi presupposti il lancio di atlante.SRI, il primo tool digitale sui fondi Sri italiani. Ed ecco perché la particella Esg sarà al centro delle analisi de @salone.SRI di novembre. Anche in formato reloaded, l’edizione 2020 ha già segnato un nuovo record di adesioni.

    Scarica questo numero

    Numero 3 - Febbraio-Marzo 2020

    Investitori SRI, obiettivo economia reale

    Uno dei successi del SALONE SRI 2019, oltre alle PRESENZE e ai contenuti di frontiera, è stato ridurre la DISTANZA tra i diversi player della FILIERA finanziaria, avendo coinvolto consulenti, reti, sgr, banker, assicurazioni, casse, FONDI PENSIONE, ma anche Ceo, Cfo e general counsel. Del resto, dopo la SBORNIA ESG dello scorso anno, la PROSPETTIVA è quella di prendere consapevolezza di una cosa: il vero ESG riconnette la finanza all’ECONOMIA REALE. Non a caso, il 2020 si è aperto con nuove riflessioni sullo STAKEHOLDER capitalism, nonché sugli ALLARMI degli analisti in merito alla progressiva identificazione tra AZIONISTI e portatori-di-interesse. E si profila un terremoto ESG in arrivo anche nel mondo del CREDITO: le Authority stanno cercando lo STANDARD da imporre per i finanziamenti sostenibili. Il FOCUS va dunque sul ruolo chiave delle INFORMAZIONI ESG, in grado di connettere le AZIENDE con la finanza e con l’universo MONDO. Il punto è che si parla di informazioni MOLTEPLICI e complesse. Per cui si profila un ruolo cruciale della TECNOLOGIA. Da qui la scelta dell’edizione 2020 di Integrated Governance Index: puntare sulla ESG Digital GOVERNANCE.

    Scarica questo numero

    N° 2 - Ottobre 2019

    61 campioni d’Italia degli ESG

    Sono 61 le società italiane dell’Integrated Governance Index (IGI) 2019. Si tratta di società quotate, ma anche di qualche (prima) azienda esterna al listino. Un record confermato alla ESG Business Conference. Dove anche Consob ha confermato che le tematiche di sostenibilità si devono integrare nella governance. Tematiche che, oltre ai Csr manager, hanno ormai coinvolto i Cfo e, in misura crescente, le funzioni legali. L’attenzione, in ogni caso, è ai massimi: si punta a entrare ai primi posti delle diverse classifiche di IGI. Perché c’è necessità di confezionare informazioni ESG. La sfida successiva diventa: come superare il velo del greenwashing. Il regolatore fa passi enormi con la prima tassonomia dell’Action Plan. La partita, in prospettiva, si gioca sul controllo dei rating ESG. Sarà possibile il benchmark unico? Appare un’utopia. Quasi una distopia. Il mercato italiano dei fondi responsabili non si ferma. L’Atlante Sri supera quota mille e diventa uno strumento tecnico per i data service. In questo scenario, l’allineamento ESG comincia a riguardare anche le reti di distribuzione e il private banking. Intanto, il Salone SRI 2019 raggiunge 20 big player e si propone un obiettivo: guardare oltre l’apparenza ESG.

    Scarica questo numero

    N° 1 - Gennaio 2019

    I player sul fronte dello SRI

    È come se Italia scoprisse l’acronimo ESG nel 2018. Tutti ne parlano, tutti lo proclamano, tutti lo cercano. Chi lo FA O LO È per davvero? Intanto, i magnifici 7 vincitori degli SRI AWARDS conquistano il terzo Salone dello SRI. L’edizione in Bocconi segna una SVOLTA della finanza RESPONSABILE. Presenti 25 partner espositori, una giornata di 18 workshop scientifici, oltre 400 presenze. Tra i temi chiave, l’engagement tecnologico con il CHATBOT per lo SRI. Focus anche sui giovani, con la ricerca che interroga 400 STUDENTI sul futuro. Lo spostamento è di SISTEMA. Una spinta chiara è arrivata dal LEGISLATORE europeo con le indicazioni dell’ACTION PLAN. Ma anche quello italiano non scherza nel recepimento della IORP2. La spinta è anche quella delle AZIENDE, dentro le quali si è ormai compiuta la RIVOLUZIONE della CSR al potere. La terza edizione dell’Integrated Governance Index (IGI) ha registrato quasi 50 società quotate. La TOP10 segna la strada, ma, è un obiettivo generale quello di INTEGRARE i fattori ESG nella strategia. Anzi, nella CULTURA. Ecco perché, per chiudere il CERCHIO, nasce il primo Esg Governance LAB.

    Scarica questo numero